(Spirito Universale, Cosmico)

 

Spirito del Padre-Madre, di Gesù Fratello e Amico,

riempi di ospitalità reciproca tutto il nostro spazio e tempo, rinforzando relazioni di bella comunione fra tutti, oltre le barriere dell’ego, di pregiudizi, di tradizioni e abitudini divenute spesso ostacolo.

 

Donaci di tenere aperta la porta dell’Eremo-Fraternità-Famiglia, giorno e notte, e di spalancare sempre le porte della mente, delle viscere e del cuore.

 

Apri le orecchie, gli occhi, le mani e il cuore di ognuno

per una serena condivisione del coltivare e della cura della natura, del cibo, del vissuto, dei doni e delle debolezze

affinché, lavorati dalle tue mani di Artista, appaia

il capolavoro di amorevole e gioiosa relazione.

 

La Tua serena e chiara luce illumini tutto l’ambiente

di benevolenza e avremo uno sguardo più lontano e a fondo che evita giudizi affrettati, controlli non sani,

visioni buie, quando invece per Te nemmeno le tenebre sono oscure e la notte è chiara come il giorno.

 

Con Te, Soffio di Vita, possiamo vivere il paradosso cristiano: il lontano come il più vicino, il vicino che non invade, non blocca, anzi mi arricchisce della sua differenza; il povero al primo posto nel quotidiano vivere e nella Chiesa, popolo di Dio che, faticosamente ma nella gioia, cammina insieme.

 

Amore senza alba e tramonto,

infuoca la vita di questa piccola porzione d’umanità e di Dio, peccatrice ma preziosa ai Tuoi occhi, così che sia un’eucarestia vivente e irradi energie d’amore nel cosmo.