LAMENTO E NOSTALGIA DELL’ESULE

 

1 Fammi giustizia, o Dio,

difendi la mia causa contro gente spietata;

liberami dall’uomo perfido e perverso.

 

2 Tu sei il Dio della mia difesa:

perché mi respingi?

Perché triste me ne vado,

oppresso dal nemico?

 

3 Manda la tua luce e la tua verità:

siano esse a guidarmi,

mi conducano alla tua santa montagna,

alla tua dimora.

 

4 Verrò all’altare di Dio,

a Dio, mia gioiosa esultanza.

A te canterò sulla cetra,

Dio, Dio mio.

 

5 Perché ti rattristi, anima mia,

perché ti agiti in me?

Spera in Dio: ancora potrò lodarlo,

lui, salvezza del mio volto e mio Dio.