In quel tempo, Gesù entrò in una casa e si radunò di nuovo attorno a lui
molta folla, al punto che non poteva neppure mettersi a tavola per mangiare
qualcosa.

Allora i suoi, sentito questo, uscirono per andare a prenderlo; poiché
dicevano: “È fuori di sé”. (Mc 3,20-21)

|||

COMMENTO.

‘*Entrò in una casa e si radunò di nuovo attorno a lui molta folla*’. Viene
in casa e si raduna di nuovo la folla così i discepoli non possono neppure
mangiare pane. Casa e Pane cominciano qui a prendere significato
simbolico, pieno: Casa, luogo della Fraternità fra tutti, della
condivisione di vita, del Pane, Eucaristia.

Ma proprio la folla dirà ‘Crocifiggilo’. I farisei e gli scribi avevano già
complottato per farlo morire. E lo faranno ancora.

*Ora i suoi, sentito questo, uscirono per andare a prenderlo; poiché
dicevano: “È fuori di sé.”* I ‘suoi’ -parenti, cugini, forse anche sua
mamma-, vanno a ‘catturarlo’. Ma insomma, se avesse un po’ di buon senso!
No, è matto!

Gesù ha oltrepassato il buon senso.

Il buon senso è spesso il mio interesse, il mio egoismo o anche il bene in
generale, ma con una vista corta del bene, spesso solo economico o solo di
salute fisica o solo secondo la legge. Al buon senso manca lo sguardo lungo
e a fondo, lo sguardo di Gesù, di Dio; uno sguardo e una vita d ’amore, di
dono, di perdono, di misericordia. Quello sguardo che fa compiere ‘follie’,
come quella della croce.

Non basta essere cardinali, perché (ed è evidente oggi nella reazione
contro Francesco papa) nel loro buon senso vogliono che Gesù sia con loro
più che loro essere con Gesù.

Non basta chiedere di pregare Dio per l’avversario politico e in pratica si
agisce convinti che Dio è con noi, in quello che facciamo noi con la
violenza, il razzismo, la guerra.

Molto diverso se operiamo chiamati ad essere con Dio, con Gesù.

Non basta essere battezzato, non basta andare in Chiesa ogni domenica, non
basta essere monsignore o parroco, o presidente di un’associazione (per es.
Betania); non basta essere una ‘brava famiglia’ con buon senso …., per
essere veramente con Gesù, in Lui, in Dio…..
Il vangelo di Mc ci dirà che cosa è necessario: l’Ascolto! (fr. Tommaso)