In quel tempo, andarono da Gesù la madre e i suoi fratelli, ma non potevano
avvicinarlo a causa della folla.
Gli fecero sapere: «Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano
vederti».
Ma egli rispose loro: «Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che
ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica». Lc 8, 19-21

|||

La risposta che Gesù dà in questo vangelo non è una critica alla madre, ma
piuttosto un approfondimento del concetto di madre, che non si esaurisce
nella biologia, ma si estende a tutto ciò che rende la vita feconda.
La famiglia biologica – i genitori e i figli – è stata santificata da Dio
dal momento in cui volle che suo figlio nascesse in un nucleo familiare
umano. Ma la sua chiamata non è solo a restare in quel nucleo – per quanto
importante possa essere – bensì a diventare una famiglia che sia scuola di
amore per l’umanità. Questo significa che una famiglia è cristiana nella
misura in cui si apre al di là dei vincoli di sangue. La famiglia umana si
santifica attraverso il cammino per diventare una famiglia spirituale,
questa è la fraternità universale che Gesù è venuto a donarci.
Pablo de la Amistad